taìm!

cibo di qua e di là

SHAKSHUKA

7 commenti

p1170437

Mi dispiace che sia finita l’estate. Non è sempre stato così ma è diventata la mia stagione preferita. Apprezzo il vento fresco serale dell’autunno, i colori, il profumo della pioggia… ma mi dispiace salutare il caldo, le serata sul terrazzo, la luce…

p1170421

Spariscono con l’estate anche molte cose buone. Si salutano i meloni, le angurie, le susine.. e forse più difficile, i pomodori!

p1170425

L’autunno è il ritorno della scatola dei pelati, la polpa pronta… ciao pomodorini, è stato bello! Ciao pomodori da sugo, ci vediamo l’anno prossimo.

p1170429

Arrivederci pasta con pomodoro fresco, basilico e mozzarella. Salutiamo anche la Shakshuka. Certo, può tornare anche con i pelati… ma non sarà la stessa. La shakshuka è la prova che con pochi ingredienti buoni si può fare una cena spettacolare.

p1170431

Se ancora ancora trovate una cassa di pomodori da salsa, non perdetevi l’occasione di coccolarvi con una shakshuka per una cena degna del saluto all’estate.

p1170435

———————————————————————————————–

Volete la ricetta?

———————————————————————————————–

2 cucchiai Olio Evo

1 cipolla Bianca

1-2 spicchi di aglio

Mezzo peperone rosso

10 pomodori san Marzano maturi ( oppure pelati… se non proprio non è stagione)

Qualche oliva, se volete

sale

pepe

peperoncino a gusto

4 uova

Prezzemolo

 

Si taglia la cipolla a dadini piccoli, l’aglio a fettine sottili e il peperone a dadini piccoli. Si mettono in una padella larga olio, cipolla e aglio e a fuoco moderato si fanno quasi dorare per 2-3 minuti. Si aggiunge il peperone e si fa andare ancora 3-4 minuti. Si tagliano i pomodori a pezzi non molto piccoli, si aggiungono alla padella, aggiungendo sale, pepe e peperoncino (e olive se le volete). Si fanno andare circa 10 minuti a fuoco basso. Si fanno piccoli fossi nel sugo e si rompono le uova dentro. Si cuociono le uova a fuoco moderato per qualche minuto con il coperchio e poi senza finché saranno cotte ma il tuorlo rimarrà cmq liquido. Un po’ di prezzemolo sopra ed è Pronta! Da mangiare con del buon pane (perfetta anche la challa), un po’ di Tahina e magari un’insalata fresca.

p1170440

Annunci

7 thoughts on “SHAKSHUKA

  1. Ciao un piatto molto simile lo faceva anche mia nonna, chiamato ” uova alla purgatorio ” piatto molto antico diffuso nella cultura campana …

  2. ciao! che bella scoperta la tua cucina! ho provato a fare questo piatto, semplice, ottimo e gustoso. Si, anche mia nonna faceva un piatto più o meno simile, ma le uova erano strapazzate…

    • 🙂 che piacere sentire! grazie per aver provato il piatto, mi emoziona…
      Mia nonna, faceva le uova strapazzate in sugo, ma era un sugo ricco con zucchine, melanzane e pomodoro… interessanti questi ricordi!

  3. Guardo la foto, leggo il nome del piatto e mi dico: ma questa è una ricetta tratta da Jerusalem di Ottolenghi!
    Poi leggo il tuo profilo e mi rendo conto che non hai nessun bisogno di leggere Ottolenghi, per cucinare Israeliano. 😀
    Bellissima scoperta il tuo blog! E pure mia mamma faceva qualcosa di simile, ma usava i pelati. Concordo con te, con i pomodori freschi è tutto un altro piatto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...