taìm!

cibo di qua e di là

Frittelle di patate dolci

1 Commento

P1030306

Sono cresciuta in una piccolo città al mare. Bella… per andare al mare, girare in bicicletta e divertirsi fino ai 15-16 anni. Poi diventa un po’ piccola, un po’ noiosa, un po’ stretta…

P1030257

Da non molto lontano arriva il fascino della grande città, raggiungibile facilmente con un treno di 1 ora e 40 minuti e con una promessa di poterti stupire.

P1030261

Quella città che fin dall’inizio era la nuova primavera. Il nuovo che cresce dal vecchio. Tel Aviv. Il mare c’è anche lì con le spiagge belle, ampie e libere.

P1030275

E poi le via moderne con i cafè alla moda che giri l’angolo e diventano baracche con ristorantini tipici yemeniti.

P1030277

Assieme alla mia amica, munite di macchine fotografiche, saltavamo qualche lezione per salire sul treno e andare a imparare direttamente le cose della vita. Erano giornate stupende nonostante abbiamo sempre percorso le stesse vie e visto più o meno le stesse cose.

P1030279

Dall’esterno sicuramente sembravamo proprio quelle che arrivano dalla piccola città, ma noi ci sentivamo benissimo. Ci sentivamo grandi e anche un po’ trendy.

P1030285

Ogni tanto abbiamo saputo di qualche locale nuovo che apriva. Uno di quelli sulla famosa via Shenkin, è il ristorantino “Orna e Ela”.

P1030292

Si andava lì (e credo si vada ancora) anche per le frittelle di patate dolci. Me li ricordo benissimo.

Sedute in quel cortile grazioso ad assaggiare un piatto che (chi sa perché) nella nostra piccola città non c’era.

P1030282

Il sapore della grande città. Poi chi sa perché non ho deciso di provare a farle in casa… peccato perché sono facili da fare e hanno quel sapore della città grande che da qui, ora sembra un po’ più piccola.

Solo scrivere Tel Aviv mi fa venire una grande nostalgia. Basta un morso per immaginarmi già lì, un po’ più giovane, un po’ naif, felice e spensierata.

P1030294

Ricetta da questo blog bellissimo e buonissimo!

——————————————————————————————————————————

Volete la ricette?

——————————————————————————————————————————

Sono veramente facili da fare. Unica cosa è che il composto che si crea non è molto semplice da friggere per cui una buona soluzione è usare la tasca da pasticceria. Se non ne avete una fissa in casa potete prendere alcune usa e getta. Altrimenti funziona anche con due cucchiai, magari con la prima o la seconda di prova e poi via…

Le frittelle stesse sono vegane, ma nella ricetta originale si friggono nel burro e si servono con una salsa alla panna acisa. Si può friggere in olio EVO e servire con un’altra salsa per renderla del tutto vegana.

 

Per le frittelle:

1kg patate dolci

2 cucchiai di salsa di soia

¾ bicchiere di farina 00

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di sale

½ cucchiaino di pepe nero

 

Per friggere: 100gr di burro

 

Cuocere le patate dolci tagliate in pezzi grossi in poca acqua (farla arrivare circa a metà) per 30 minuti finché saranno morbide. Scolare e lasciare nello scolapasta per 2-3 ore. In alternativa si può scolare e cuocere qualche minuti a secco, asciugandole bene.

Aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare con le mani, solo quanto basta, se no, diventa ancora più difficile lavorala. Mettere nella tasca da pasticceria. Scaldare un po’ di burro (non tutto alla volta!!) nella padella e friggere a fuoco medio per 3-4 minuti per lato. Attenzione a non bruciare il burro!! pulite la padella ogni giro di frittelle.

Servire caldo con la salsa qui sotto:

 

Per la salsa:

Mescolare insieme tutti gli ingredienti:

 

un mazzetto di erba cipollina tritato finemente

1 vasetto di panna acida

3 cucchiai di maionese

succo di mezzo limone (o anche un po’ meno, provate man-mano che aggiungete)

sale e pepe nero QB

P1030305

 

Annunci

One thought on “Frittelle di patate dolci

  1. Pingback: Burekas enorme con spinaci e formaggi | taìm!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...